Free Read La nostra guerra by Enrico Brizzi – downloading–books.run

La nostra guerra La Vicenda Si Svolge In Un Alquanto Improbabile Scenario Italiano Post Bellico L Italia Fascista Uscita Invitta Dal Conflitto Mondiale, L Economia In Piena Ripresa E Ha Il Saldo Controllo Dei Possedimenti Coloniali Africani Su Questo Sfondo Si Muove Il Protagonista Lorenzo Pellegrini, Redattore Per Una Testata Sportiva A Cui, Dopo Una Lite Con L Editore, Viene Assegnato Il Compito Di Seguire I Campionati Di Calcio Di Eritrea E Somalia Una Volta Sbarcato Nel Continente Africano, Lorenzo Si Render Conto Delle Profonde Contraddizioni Sui Cui Si Regge Il Regime Fascista, Prossimo Al Declino

Free Read La nostra guerra  by Enrico Brizzi  – downloading–books.run
  • Paperback
  • 640 pages
  • La nostra guerra
  • Enrico Brizzi
  • Italian
  • 19 June 2018
  • 9788860730411

You May Also Like

About the Author: Enrico Brizzi

Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the La nostra guerra book, this is one of the most wanted Enrico Brizzi author readers around the world.

10 thoughts on “La nostra guerra

  1. says:

    Secondo capitolo della saga ucronica di Brizzi, che conferma pregi e virt del primo capitolo L inattesa piega degli eventi , ma in maniera diversa.Parto dalla mia personalissima convinzione che questo romanzo impostato meglio del precedente molto pi popolano e popolare nell illustrare la vita del dodicenne Lorenzo Pellegrini al tempo delle guerra La storia sua, di giovane ragazzino pieno di ideali ovviamente, fascistissimi che viene a confrontarsi con l evolversi dei fatti storici, viaggiando con questi ultimi in parallelo Fatti storici non che sia proprio la locuzione giusta fatti ucronici, sarebbe meglio dire.Infatti tutto il racconto si impernia su un what if dai risvolti colossali e se Mussolini, nel 40, fosse rimasto neutrale Brizzi immagina una paciosa e proficua neutralit fino al 42 dopodich i tedeschi attaccano anche l Italia Seguono tre anni di guerra, lo sfondamento del fronte italiano fino all Appennino la Linea Gotica al rovescio , la controffensiva, la vittoria In mezzo Brizzi ci mette pure il tradimento del Re sciaboletta per far deporre il Duce e cercare il compromesso coi tedeschi.La storia del giovane Lorenzo che sfolla fra le montagne toscane scappando dalla Bologna occupata insieme alla famiglia, la quale nemmeno molto lentamente si sgretola a seguito delle peripezie amatorie del patriarca, l avvocato e grandissimo puttaniere , nonch camicia nera della rivoluzione fascista Paride Pellegrini.E molto si capisce qui del carattere del protagonista, di quello che ne stato descritto nell altro romanzo e che tanto mi lasciava perplesso Bravo Brizzi.Il romanzone popolar fascista credibile, ben raccontato indubbiamente Brizzi sa scrivere, bene fra l altro Credibile per solo finch rimane nella micro storia, ossia mentre racconta le peripezie della famiglia Pellegrini e la formazione adolescienziale del giovane Lorenzo, fra fascistissime convinzioni e fregole sessual amorose.Anche se sembra che i dodicenni degli anni Quaranta non avessero in mente altro che due cose La prima il calcio La seconda ve la lascio immaginare.Comunque, il romanzone popolare all epoca del fascio trionfante e salvatore che avevo fra l altro a gran voce richiesto dopo la lettura del primo libro, ritenendolo l mancante , c tutto Un p troppo tirato per le lunghe, secondo i miei gusti.Quello che non riesco a trovare credibile, per nulla, l ucronia in s Come faccia il carnevalesco esercito italiano e il regime di cartapesta che ci stava dietro a non sbriciolarsi immediatamente dopo l attacco del pi potente esercito del mondo, non dato saperlo addirittura resiste con continui ripiegamenti fino agli Appennini, da solo, per pi di un anno, mentre nel suo seno si scatena addirittura una guerra intestina fra monarchici e fascisti che poi sfocia in una aperta e breve guerra civile , con i sabaudi che remano addirittura contro.Perch non parliamo di un esercito diverso da quello che si fa mazzuolare ovunque, in tutto il Mediterraneo, nella nostra time line dai britannici, pur in enorme inferiorit numerica, in Egitto dai disastratissimi francesi prossimi alla resa dai greci i greci Con gli stessi imbarazzanti comandi E con la stessa identica capacit industriale.Non che in due anni si diventa volpi, se prima si era galline.Inoltre, trovo imbarazzante la trovata di far coincidere temporalmente eventi cardine della nostra linea temporale con altri, altrettanto basilari, dell ucronia per dire il 25 luglio 43 diventa qui la data di un attentato a Mussolini, che lo stesso utilizzer per attaccare la dinastia regnante mentre l 8 settembre avviene la liquidazione di Vittorio Emanuele III e dei Savoia Sono forzature inutili, senza senso.Insomma, il racconto fila abbastanza e si legge con piacere Brizzi un ottimo narratore L idea rimane ottima, ma la resa storica seppur preparata da una ricerca storica, lo si nota, piuttosto buona e ucronica rimane scarsa, a tratti clamorosamente semplificatoria Sarebbe servita una preparazione dell ucronia pi complessa, facendo partire la linea temporale ipotetica PRIMA, e rendendola in maniera pi credibile Peccato.P.S molto riusciti gli inserimenti dei dialoghi fra i grandi della storia Mussolini, Balbo, Churchill, Roosveelt, Stalin, ecc , resi in chiave quasi fumettistica e semplicistica, proprio come se li potrebbe immaginare un dodicenne fascistissimo All inizio si rimane un p perplessi, poi si capisce l intenzione e si apprezza molto.

  2. says:

    La nostra guerra un romanzo di Enrico Brizzi, prequel de L inattesa piega degli eventi pubblicato da Baldini Castoldi Dalai nel 2009.Siamo nel 1942 e l Italia si dichiarata neutrale all avanzata nazista in Europa La Francia ha un governo fantoccio dove nell ombra troviamo ancora il burattinaio Hitler Solo Russia, Stati Uniti e Gran Bretagna cercano di combattere il nazismo.L Italia continua le guerre coloniali in Africa senza preoccuparsi della politica europea, forte dell amicizia con il dittatore tedesco.Poi le cose cambiano Hitler cerca di forzare la mano a Mussolini per obbligarlo ad allearsi con loro, ma l Italia si sforza di non farsi coinvolgere Finch la Germania non invade l Italia.Lorenzo Pellegrini un ragazzo balilla di Bologna, benestante, figlio di un avvocato legato al partito fascista una camicia nera premarcia Si trover a scappare dall avanzata tedesca nella Pianura Padana, sfollando sugli appennini alle sorgenti del Tevere.Poi crescer diventando il giornalista sportivo de L inattesa piega degli eventi.Il romanzo scritto molto bene, anche se decisamente troppo lungo 614 pagine E scorrevole, avvincente Nessuna critica su questo.Ma se ne L inattesa piega degli eventi spesso si sparlava del fascismo come un partito in declino e ormai privo di spinta, spesso preso in giro e scherzato dagli intellettuali di cui Pellegrini fa parte, l apologia del fascismo presente in questo romanzo mi ha lasciato allibito Nessuna ironia, nessuna possibilit di fraintendimento L Italia vince perch fascista L Italia meglio per Mussolini Assolutamente non condivisibile Era una cazzo di dittatura, non basta non allearsi con Hitler per diventare la salvezza e l orgoglio del popolo italiano E raccontare di come i fascisti si battevano clandestinamente e sulle montagne contro l occupazione tedesca No, proprio non si pu leggere.Decisamente rimandato.

  3. says:

    Primo la presentazione del libro si riferisce a L inattesa piega degli eventi, e non a La nostra guerra.Secondo mi lasciano un po in dubbio le parti del romanzo nelle quali si racconta direttamente cosa fanno e dicono Hitler, Mussolini, Roosevelt e Churchill non sempre sono convincenti Forse Brizzi avrebbe fatto meglio a risparmiarsele, o a raccontarle in discorso indiretto.Terzo tutto il resto notevolissimo, e l epopea della famiglia Pellegrini travolta dalla guerra funziona perfettamente L ambientazione bolognese e riminese della prima parte, il luogo esilio a San Sepolcro, con la sua atmosfera di paese, e tutto il conflitto che infuria intorno, ha indubbiamente una presa potente sul lettore, almeno l ha avuta su di me Dissento da quelli che hanno apprezzato solo la narrazione del conflitto e non le piccole storie della gente qualsiasi, come Lorenzo, il padre, la madre e gli altri familiari sfollati Le une danno pi sostanza all altra, e se ci fosse solo la prima il romanzo non funzionerebbe affatto Quarto dopo questo e L inattesa piega degli eventi, mi sa che dovr attaccare anche Lorenzo Pellegrini e le donne

  4. says:

    Zerst rungsroman Il prologo di L inattesa piega degli eventi l adolescenza del Lorenzo Pellegrini Fra cinni avanguardisti molto boyscout e bombardamenti molto dolorosi, un romanzo di distruzione delle sue illusioni, dei miti, sulla societ , la famiglia, il Fascio, le ragazze, gli amici eccetera cio il consueto sacco di paccotiglia che l adolescenza deve sfilarsi di dosso La paccotiglia, una volta distesa e abbandonata a terra, brilla iridescente e bellissima ma come la pelle delle vipere dopo la muta Pare che agli ofidi non faccia male, beati loro Tutto questo naturalmente in un Italia che, svitando solo un paio di moduli dal motherboard fascista, s infila nella seconda guerra mondiale con Inghilterra Stati Uniti e Unione Sovietica contro il III Reich Plausibilit notevole ben maneggiata Licenze da palcoscenico per Hitler e gerarchi vari il 3% di quelle che si preso Tarantino, in ogni caso Un esempio del Genio il Ro Ber To, mnemonico per camicie nere dell Asse Roma Berlino Tokyo il Federale U Tognazzi , diventa qui il W RoMoLo, ovvero Washington Roma Mosca Londra Con la stessa abilit scompone e ricompone il resto Si ride spesso, si ghigna di pi talvolta si ammutolisce e si rimane sbalorditi di come cambiando quasi tutto, ma con gli italiani uguali, alla fine si arriva pi o meno allo stesso punto Fra le creativit fa pure la sua comparsa il capitano Mafarca da Mafarka il Futurista, di F.T Marinetti Un paio di moduli ho detto frase di Mussolini quanti negri abbiamo ancora da mandare in prima linea Solo un paio Colonna sonora Jaco Pastorius Punk Jazz I II

  5. says:

    Ma che bravo, che prepararazione, che padronanza della materia e della tecnica E che dialoghi, che spasso, ma anche quanto realismo e profondit Avrebbe potuto forse stringere un pochino, ma evidente che aveva molto da raccontare anche a se stesso e si divertiva.

  6. says:

    brizzi cerca da dare un prequel a quel gioiello che era stato l inattesa piega degli eventi , ma in realt scrive qualcosa di diverso c il romanzo di formazione, con il giovane lorenzo pellegrini che costretto dagli eventi e dalla famiglia a crescere pi di quanto l et potrebbe sopportare, c un buon tentativo di creare una storia parallela decisamente verosimile con il gioco di inserire personaggi in futuro famosi in parti diverse , e c la descrizione dell eterna italietta con la sua corruzione, la sua doppia morale, il suo campanilismo ben descritto dalla tragica faida tra i ragazzini dei due paesini che resiste a qualsiasi situazione qualcosa tra le pagine si perde un po , eppure c lo stesso da applaudire se alla r.a.i avessero coraggio ne potrebbe uscire una fiction meravigliosa.

  7. says:

    Divertente, e pur essendo un libro basato sulla Storia Alternativa, si assapora molto bene la Bologna dei primi anni 40.Aggiungiamo il fatto che si fa volentieri il tifo per la squinternata famiglia del protagonista e qualche serata piacevole immersi nella lettura assicurata.

  8. says:

    splendido affresco di un epoca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *